Ci sono mestieri che portano con sé un alone di mistero. Sarà il non comprendere a pienocerca lavorole competenze necessarie o di cosa si occupa una persona che fa un dato lavoro, oppure che alcune professioni più ‘umanistiche’ e meno tangibili portano a molta gente a dubitare che sia possibile avere una connotazione concreta e risultati misurabili, ma troppo spesso questi mestieri vengono ingiustamente denigrati. Ahinoi, questo è il destino di Psicologi (del lavoro e non), dei Recruiters e peggio che mai degli Head Hunters.

E’ vero. Il mondo è bello perché è vario e capiamo a pieno che chi si occupa di dati in Excel, vendite o implementazioni informatiche non possa immaginare che l’uso di parole scritte, come il sunto delle proprie competenze su un Curriculum possa fare la differenza quando un Recruiter sceglie o meno un candidato per un colloquio di lavoro. Chi cerca lavoro ha un rapporto di amore ed odio per i Selezionatori del personale. Ci sono i candidati che hanno una forma di venerazione, e cercano in tutti i modi di attirare la loro attenzione. Chi invece, purtroppo per la nostra categoria la maggior parte, ci ritengono spietati palloni gonfiati che con maleducazione e senza criterio decidono le sorti del loro curriculum e della loro professione.

Colloquio di lavoroNon siamo qui per prendere le difese di una o dell’altra categoria, il progetto JoBBee.it è nato da Selezionatori del Personale che avevano una visione diversa del mondo del Recruiting e di chi cerca lavoro. Persone che hanno preferito passare al fianco del candidato piuttosto che giudicarlo, e che vuole ridare dignità ad una professione, quella del Recruiter troppo spesso catalogata come ‘mistica’ poco concreta o solo per persone arroganti. Purtroppo, come in tutte le professioni, c’è chi fa questo mestiere con passione e rispetto per chi cerca lavoro e chi no, quindi capiamo le ‘disavventure’ e le perplessita per chi non capisce come mai il proprio Curriculum viene scartato senza una risposta o dopo un Colloquio di Lavoro non viene ricontattato. Ma è giusto far capire il mestiere di un Selezionatore del personale, quali sono o quali dovrebbero essere le sue competenze, anche per eliminare quell’ombra intorno a sé di mistico più che di professionista.

Un selezionatore del personale si occupa e quindi opera secondo questi criteri:

  • Valutare le persone: se questo mestiere esiste ed è un ruolo universalmentecerca lavoro riconosciuto in ogni multinazionale o relatà aziendale che si rispetti vuol dire che chi può decidere le sorti di un Candidato è fondamentale in ogni organizzazione. Sicuramente questa attività deve, come tutte, essere svolta con professionalità ed umiltà e chi lo fa per mestiere non decide (o non dovrebbe) chi selezionare o meno per gusti personali, ma ancorando le sue valutazioni su teorie concrete
  • Valutare la posizione aperta per l’azienda per cui lavora: molte volte chi cerca lavoro pensa di essere stato scartato perché il Recruiter non capisce nulla (i più pieni di sé) o perché non si era abbastanza (i più insicuri). Lasciando questa visione egogentrica del tutto, spesso un Recruiter non vi ricontattata o vi assume semplicemente perché non siete la persona giusta per quella posizione, nulla di personale.
  • Capire in breve tempo quale Curriculum merita un approfondimento e quale no: ogni Recruiter, e non è uno scherzo, tra contatti Linkedin, autocandidature, Curriculum pervenuti a seguito di pubblicazione di un annuncio e ‘caccia diretta’ legge al giorno dai 100 ai 120 CV. Capite bene, che è addestrato per idividuare in qualche secondo solo quello che gli interessa di un documento. Per questo è fondamentale avere un Curriculum efficace e Revisionato in base a criteri che solo un Recruiter può conoscere (per questo esiste JoBBee.it)
  • Matchare ruolo da ricoprire, personalità e competenze del candiato: trovare lavoroChi cerca lavoro pensa spesso che l’essere assunto o meno dipenda solo dal suo Curriculum revisionatohttp://jobbee.it/analisicv/ e ben scritto o dalla sua performance in sede di colloquio. Ma il Recruiter ha in testa non solo questi aspetti quando chiude la posizione o vi incontra in colloquio, ma anche il ruolo che andrete a ricoprire, la RAL che potrebbe avere a disposizione, il Team in cui andreste inseriti e tante altre variabili e, credeteci ,far quadrare il tutto prendendosi la responsabilità di tale scelta non è facile.

Collocare la persona giusta nel posto giusto, non è magia e ne stregoneria è un mestiere. E per capire i criteri che usano ‘gli addetti ai lavori’ delle Risorse umane per selezionarvi e quindi riuscire a parlare la stessa lingua per aumentare la possibilità di una valutazione positiva esistono i Servizi JoBBee a partire dall’Analisi del vostro Curriculum, fino alla Revisione del Curriculum e della Lettera di presentazione e per finire con un Tutoring/Simulazione personalizzata al Colloquio di lavoro.

Condividi su: