Ti aiuta a trovare lavoro

Dire cose non vere sul Curriculum: si o no?

Pur di avere un Curriculum avvincente alcuni candidati si inventano dei voli Bugie curriculumpindarici eccezionali, in senso ironico, ovviamente. La situazione lavorativa in Italia è stata quel che è stata in questi ultimi 10 – 15 anni. Quindi periodi di “buchi” di non occupazione hanno caratterizzato molti, se non tutti i candidati. Questo però non è un buon motivo per decidere di “riempire questi buchi” con attività non vere, proseguimento di lavori in realtà conclusi, inventarsi attività saltuarie poco emozionanti.

Ecco i 3 principali motivi per cui dire cose non vere sul Curriculum non paga:

  1. Le bugie hanno le gambe corte. Diciamoci la verità. Volete che un Selezionatore che da anni incontra in Colloquio decine e decine di persone al giorno, non si accorge che state descrivendo una attività non vera che avete riportato sul Curriculum mentre glielo raccontate?
  2. I Selezionatori fanno indagini su quanto scrivete. Che sia attraverso Linkedin, che sia attraverso Google, che sia chiamando direttamente nelle aziende dove dite di aver lavorato per TOT anni, siate certi che la verità salta fuori. A quel punto, non avrete solo perso quella occasione di candidtura, ma verrete bannati e schedati nella società di selezione/Interinale che sia, in quanto ‘cazzari’.
  3. Meglio il vuoto colmato da formazione che da lavoretti poco qualificanti. Tantissimi di voi, quando affrontano il percorso di Career Tutoring con i nostri Consulenti, in piena onestà ci dicono che alcune attività le hanno inserite, anche se non svolte per non lasciare periodi di inattività sul Curriculum. Secondo voi, viene valutato meglio un candidato che in un periodo fisiologico in cui è rimasto a casa (vista la situazione contingente) ha effettuato dei corsi di formazione (professionali, di lingue, ecc.) oppure che ha fatto il babysitter o il commesso ed in realtà vuole fare il Marketing Manager?

Bugie Curriculum In generale ricordate, che anche su Curriculum, come su un Colloquio si può dire la verità se ben detta e motivata. Una valida Lettera di Presentazione può ovviare a spiegare periodi medio-lunghi di inattività, valorizzando però tutto quello che avete fatto in Carriera, in modo da mettere in secondo piano i periodi di “buchi lavorativi”.

Se volete una mano per riorganizzare la vostra Carriera, rivalutarla e “riscriverla” in modo ottimale su Curriculum, Lettera di Presentazione e Profilo Linkedin, scoprite la nostra attività su www.jobbee.it o scriveteci per info a info@jobbee.it

Similar posts
  • Serve ancora un Curriculum “per... In questi ultimi tempi stiamo leggendo molti post di Head Hunter e Selezionatori del personale in merito al concreto utilizzo del Curriculum nei prossimi anni come strumento per trovare lavoro. Molti di loro sostengono che il Curriculum è morto o che comunque morirà a breve. Riflettendo su tali affermazioni ‘acchiappa like’ crediamo infatti che qualcosa [...]
  • Il Curriculum va scritto per chi non ... Affrontiamo oggi una tematica così banale e logica che a volte viene non considerata da chi si accinge a scrivere il proprio Curriculum: il curriculum va scritto tenendo conto che chi lo leggerà non conosce nulla di noi e del nostro percorso. Se tutti noi davanti al bianco foglio di WORD o al modello pre-impostato [...]
  • Perche’ il Curriculum lo legge un Rec... Forse la cosa più complicata da far comprendere ai candidati e, di conseguenza, ai nostri clienti è perché la loro versione del Curriculum scritta in modo ineccepibile a livello tecnico, non viene compresa/apprezzata da chi si occupa di Risorse Umane. Ma soprattutto, perchè è un esperto in Risorse Umane che lo legge per primo e [...]
  • Linkedin, Curriculum, Lettera di Pres... Nel corso dei nostri 3 anni di lavoro con Clienti di diverse estrazioni e con anni di professionalità alle spalle, ci imbattiamo quasi sempre nella stessa problematica: scambiare Linkedin, Curriculum e Lettera di presentazione per lo stesso documento con le stesse finalità di candidatura, semplicemente, su supporti diversi. Nulla di più sbagliato! Se esistono 3 [...]
  • L’ansia da prestazione del Candidato:... Ogni giorno i Consulenti JoBBee si imbattono nel Candidato che vive un costante stato di ansia: cosa pensa un Selezionatore di me se dico/faccio questo su Linkedin o sul Curriculum ?! Che sia quello che c’è scritto sul Profilo Linkedin o sul Curriculum o che sia in sede di Colloquio, quello che riscontriamo è che i candidati [...]