Ti aiuta a trovare lavoro

‘Perché ha cambiato lavoro così spesso?’ Ecco come rispondere!

Siete lì, finalmente. Avete davanti il selezionatore che tanto volevate incontrare per quel ansia colloquio di lavoroposto di lavoro fatto a posta per voi, a giudicare dall’annuncio. Oppure siete nell’azienda che da quando vi siete iscritti all’università vi fa sognare è l’ultimo step prima di poter dire ‘si ce l’ho fatta’. Dentro di voi però c’è un’ansia che non vi abbandona, la paura che il Recruiter ha sì capito che siete validi dal vostro analisi e da una lettera di presentazione eccezionale (magari scritta da un consulente JoBBee), ma prima o poi arriverà alla fatidica domanda, a cui non sapete rispondere: “ Perché ha cambiato lavoro così spesso?”

Inutile girarsi intorno, cari lettori in cerca di lavoro, in questi ultimi anni (almeno a partire dalla crisi del 2009) almeno il 70 % dei lavoratori attivi ha dovuto concludere esperienze spesso e ricominciarne (a fatica) altrettante, avendo come risultato un tetris di esperienze Colloquio di lavorovarie per contenuti, ruoli e durate. Certo, non è complice solamente la crisi. Magari da alcuni posti di lavoro ce ne siamo andati, felici di farlo: un capo troppo antipatico, un lavoro mal pagato e poco gratificante, un’offerta di lavoro arrivata qualche mese dopo un’assunzione dove ci pagavano di più. Eppure, l’ansia di dover dire la verità (che in un colloquio di lavoro non sempre paga se detta in modo troppo diretto) ci assale e ci fa dire la cosa più inutile del mondo: “Bah, mi ha detto sfiga!”.

Eppure, una possibilità di uscire elegantemente dalla situazione imbarazzante di dover giustificare ingiustificabili saltelli professionali c’è.

Vediamo prima COSA NON RISPONDERE alla domanda “perché hai cambiato lavoro così spesso?”

  • Mi annoiavo subito (presumibilmente il recruiter penserà che lo farai anche nella sua azienda)
  • Sono stato sfortunato (non prendersi le proprie responsabilità non è da persone mature)
  • Mi piace cambiare (sicuramente il selezionatore pensa già a quanto poco potresti rimanere)
  • Cambiavo in base a chi mi pagava di più (…. qui direi che ça va sans dire….)

Puoi uscire invece vincitore da questa situazione imbarazzante, dicendo la verità ma in modo elegante e soprattutto professionale.

Ecco cosa rispondere al perché hai cambiato lavoro troppo spesso:

  • Sono sempre stato mosso dalla voglia di imparare di più e da esperienze sfidanti e diverse
  • Ogni esperienza mi ha insegnato qualcosa che porto nel mio bagaglio professionale
  • Mi rimbocco le maniche in ogni situazione, sono umile e proattivo e non mi faccio abbattere
  • Sono sicuro delle mie capacità e nonostante contatti a breve termine ho sempre trovato lavoro

 

Il segreto però è far diventare un proprio punto di debolezza (cambi professionali selezione del personalefrequenti per qualunque motivo sia successo) il principale punto di forza del vostro curriculum. Sicuramente questi cambi ti hanno insegnato cose che torneranno anche utili a questo lavoro per il quale fai il colloquio, se ti assumono. Sii quindi sicuro delle tue potenzialità e delle tue capacità, se poi hai ancora dubbi su come gestire aspetti come questo in fase di colloquio usa il nostro servizio di Tutoring e se invece hai problemi già ad organizzarli su curriculum usa il nostro servizio di revisione anche per la lettera di presentazione, per spianare la strada alle motivazioni delle tue scelte già in  fase di screening.

Similar posts
  • Saper cercare lavoro vuol dire trovar... Con la ripresa dei nostri Servizi, ci ritroviamo nuovamente davanti all’annosa questione posta dai nostri utenti, che dopo aver descritto la loro specifica problematica nel cercare lavoro, diventano nostri Clienti affidandosi a noi ed alle nostre risposte, sempre personalizzate e mai standardizzate.Cominciamo a sottolineare una importante differenza linguistica, propria della lingua italiana e non solo [...]
  • Cambiare lavoro o settore è davvero c... Come per la maggior parte delle cose nella vita, ogni età ed ogni fase ha i suoi interessi ed i suoi obiettivi. Capita  a molte persone e, di frequente, di voler cambiare lavoro o settore nel corso della propria carriera. Ma è davvero così difficile farlo? E soprattutto, come vedono gli Head Hunters questo drastico [...]
  • ‘Ho cambiato spesso lavoro. Ed ora?’ ‘Ho cambiato spesso lavoro ’ è sicuramente uno dei Trend più ricercati su Google e, di riflesso sul nostro sito. Abbiamo già affrontato questo tema ma con un approccio più legato a come rispondere in sede di Colloquio a questa domanda. Oggi invece, cerchiamo di capire come riorganizzare il Curriculum, il profilo Linkedin e di [...]
  • Dipendente o Libero Professionista? A... Il dilemma Dipendente o Libero Professionista  ha sfiorato sempre, almeno una volta nella carriera, ogni lavoratore. Certamente, negli ultimi anni la precarietà del mondo del lavoro ed il dover abbandonare l’idea del posto fisso così come l’hanno conosciuto i nostri genitori, ha incrementato la scelta dell’opzione Libero Professionista, o come i più moderni JoB Title [...]
  • L’ansia da prestazione del Candidato:... Ogni giorno i Consulenti JoBBee si imbattono nel Candidato che vive un costante stato di ansia: cosa pensa un Selezionatore di me se dico/faccio questo su Linkedin o sul Curriculum ?! Che sia quello che c’è scritto sul Profilo Linkedin o sul Curriculum o che sia in sede di Colloquio, quello che riscontriamo è che i candidati [...]