Ti aiuta a trovare lavoro

Un atteggiamento positivo aiuta a trovare lavoro (e non solo!)

Sicuramente, molti di voi, purtroppo già dal titolo del post avranno da ridire sul fatto chelavoro su internet al centesimo CV inoltrato la voglia di premere invio col sorriso o di andare a sostenere l’ennesimo colloquio di lavoro è passata da un pezzo.

Non siamo ipocriti, lo sconforto dopo anni di studio e contratti farlocchi o comunque a tempo, non si dimenticano e nemmeno si riescono a superare con molta facilità. Il punto chiave però è che demoralizzarsi ed abbattersi, o passare il tempo tra una ricerca di un annuncio ed un altro lamentandosi della propria condizione svaltaggiata, non porta a nulla, anzi.

I recenti sondaggi, sia lato candidati che lato Selezionatori del Personale, rilevano come Linkedin sia lo strumento principale affinchè domanda ed offerta di lavoro si incontrino. Il tanto amato/odiato CV insieme alla Lettera di Presentazione, tengono saldi il loro secondo e terzo posto ma sono quasi consequenziali ad un primo contatto Linkedin indipendentemente da chi sia il primo ad instaurarlo.

lavoroQuesto aspetto è fondamentale per capire che il WEB seppur rapido, in continua evoluzione e, dove quello che è una notizia oggi è vecchiume il giorno dopo, non vale per le nostre interazioni con Internet e soprattutto quando di mezzo c’è la nostra Carriera e Linkedin.

Il meccanismo è molto semplice. Se le Risorse Umane (che siano Head Hunters o che siano Recruiters aziendali) utilizzano ancor prima delle candidature pervenute come risposta all’annuncio, una caccia diretta su Linkedin per trovare il candidato ideale è ovvio che questa ricerca sarà fatta in diversi modi e battendo diverse strade.

Questo significa che, commenti a Gruppi di Discussione, status, profilo, foto, e tanto altro lavoro su internetvengono vagliate prima di stabilire un contatto per un colloquio. Se quindi la prima richiesta di Collegamento di un Head Hunters, può essere ottenuta scegliendo il JoB Title più opportuno e facendo attenzione all’uso delle parole chiave più idonee affinchè si risulti nella lista dei  profili interessanti per il Selezionatore, tutte le nostre azioni sul Social Network professionale per eccellenza, faranno la differenza nell’approfondimento del contatto.

Quindi ecco 3 semplici consigli da seguire per trovare lavoro con un atteggiamento positivo:

  1. Basta lagne e lamentele sulla propria condizione sfortunata : attacchi di rabbia nei confronti della categoria degli Head Hunters, lamentele continui sul perché l’Italia è un paese dove non si troverà lavoro se non con le raccomandazioni, non porta nessun beneficio se non essersi sfogati per qualche secondo, ma nel luogo sbagliato. E’ meglio contattare un candidato che interviene nei gruppi di discussione con argomenti costruttivi e magari tecnici della propria mansione o chi non perde occasione per ‘infamare’ ogni HR?
  2. Chi non si perde non trova strade nuove: ok, avete mandato centinaia di CV e nessuna risposta. Ogni mattina aprite monster, infojobs, lo stesso linkedin per cacciare l’ultimo annuncio fresco di pubblicazione, e tutto ciò non ha funzionato. Non credete sia il caso di ingegnarsi con altro? Abbiamo un profilo Linkedin ben settato? Facciamo networking con i collegamenti giusti o solo con parenti ed amici? Usiamo le funzione di ricerca ‘aziende’ e ‘persone’ in modo proficuo? Se la risposta è no, allora dovete lavorarci.
  3. Sapersi vendere con proattività è la chiave del successo: per quanto abbiate delle competenze perfette nel vostro ruolo, a parità di esperienza e capacità chiunque sceglierebbe una persona solare e che non si abbatte ad un qualcuno che si lamenta di continuo di dati di fatto che non riesce a cambiare.

Quindi, tutti a trovare strade nuove e se volete consigli pratici sull’uso di Linkedin, su come inviare le candidature ed affrontare i colloqui di lavoro usate pure i nostri Servizi. Ogni Consulente JoBBee sarà a vostra disposizione per analizzare caso per caso come aiutarvi nella vostra ricerca per trovare un lavoro.

 

 

 

Similar posts
  • Il parere degli altri: ostacolo verso... In occasione dell’ultimo evento formativo tenuto a Messina nelle settimane scorse (di cui potete vedere diretta nella sezione video della Pagina), ci siamo resi conto, quanto sia importante approfondire con chi è alla ricerca della propria strada nel mondo del lavoro, della valenza che hanno i pareri della propria cerchia sociale (più o meno prossima) [...]
  • Serve ancora un Curriculum “per... In questi ultimi tempi stiamo leggendo molti post di Head Hunter e Selezionatori del personale in merito al concreto utilizzo del Curriculum nei prossimi anni come strumento per trovare lavoro. Molti di loro sostengono che il Curriculum è morto o che comunque morirà a breve. Riflettendo su tali affermazioni ‘acchiappa like’ crediamo infatti che qualcosa [...]
  • Perché le Risorse Umane sono spesso a... Come sapete, per chi ci segue da un pò, i Consulenti del nostro Team sono sempre imparziali nel giudizio per ciò che concerne la valutazione delle dinamiche candidati –   risorse umane. Il progetto JoBBee.it nasce proprio con questa vocazione, ovvero far capire sia ai candidati, ma soprattutto agli addetti ai lavori delle Risorse Umane, che  [...]
  • 3 aspetti che ti faranno odiare e 3 c...  In questi giorni sul nostro Blog e sulle nostre pagine Social (Linkedin e Facebook) stiamo affrontando una tematica molto delicata, ovvero quello dell’atteggiamento da tenere in fase di ricerca di un nuovo lavoro o in sede di colloquio per riscontrare il favore dei Recruiters. Inutile, ripetervi quanto, seppur dopo un lungo periodo di ricerca lavoro [...]
  • Lavorare da casa è veramente un’opzio... Oggi ci occupiamo di un tema caldissimo, almeno a giudicare dai risultati di Google Trends nelle ricerche inerenti le tendenze in ambito lavorativo di questi anni. Lavorare da casa ormai sembra diventato un must o comunque una valida opzione per chi un lavoro ‘standard’ non lo ha o ne è stanco. Il lavorare da casa [...]